Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

Occupazione. Sono ben 18.000 gli esuberi previsti dalle più importanti vertenze industriali

esuberi

Roma, 9 dic. (Federico Bardanzellu, InLibertà) - Occupazione. Governo e sindacati sono alle prese per la gestione di una serie di crisi occupazionali i cui nodi sono venuti al pettine proprio alla fine dell’anno. A farne le spese potrebbe essere un numero di lavoratori stimati in 18.000 unità, solo per quanto riguarda le maggiori vertenze.

Queste riguardano i lavoratori ex Ilva (4700 esuberi), Alitalia (2500), Unicredit (5500-6000). Per non parlare di ex-Auchan (3000 esuberi), Mercatone Uno (1800) e Whirlpool. Secondo il Sole 24 Ore il complesso dei 150 tavoli di crisi aperti presso il il ministero dello Sviluppo economico potrebbero portare in tutto ben 220.000 disoccupati. Leggi tutto »

Dicembre è il mese migliore per cambiare lavoro

cambiare_lavoro

10 dic. (Qui Finanza) - Molto spesso si leggono storie di giovani (e non solo) che, consapevoli della forte crisi economica ed occupazionale che sta attraversando l’Italia, si sentono “costretti” ad accettare determinati lavori, poiché terrorizzati dall’idea di rimane senza.

Chi ha un impiego oggi, insomma, cerca di tenerselo stretto. Se anche tu rientri in questa categoria, ma sogni ancora di fare il salto di qualità, devi sapere che non tutto è perduto e che le cose potrebbero cambiare a partire da ora. Il 2020 potrebbe avere in serbo numerose opportunità per te, basta saperle cogliere, iniziando fin da subito. Leggi tutto »

Nella logistica 500mila posti a rischio entro il 2027

logistica

Piacenza, 2 dic. (AdnKronos) - Anche se troppo spesso non le si attribuisce la centralità che merita, la logistica conta complessivamente 2,5 milioni di occupati in Italia nei diversi comparti economica e continua a crescere dal punto di vista occupazionale: dal 2014 al 2018 l’occupazione del settore è salita del +4,9%, rispetto ad una media italiana del +3,5% nello stesso periodo.

Ma sono ben 500 mila i posti di lavoro potenzialmente a rischio nella logistica nel nostro Paese entro il 2027 per l’impatto dirompente della digitalizzazione (dall’automazione dei veicoli e carrelli, alla sostituzione di lavoratori di ufficio), mentre almeno 600mila lavoratori dovranno radicalmente aggiornare le loro competenze per stare al passo con i cambiamenti. Leggi tutto »

Disabili: inclusione lavorativa traguardo lontano

lavorodisabili

Roma, 3 dic. (AdnKronos) A vent’anni dall’approvazione della legge sul collocamento mirato (68/1999), l’inclusione lavorativa e sociale delle persone con disabilità, pur avendo fatto passi importanti in avanti, resta ancora un traguardo lontano da raggiungere. E' quanto emerge dal Rapporto 'L'inclusione lavorativa delle persone con disabilità in Italia', condotto dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro sui dati resi per la prima volta disponibili dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, relativi alle dichiarazioni Pid (Prospetto informativo disabili) che le aziende con più di 14 dipendenti sono tenute ad inviare ai fini del rispetto dell’obbligo normativo. Leggi tutto »

Al via progetto formazione per settore hotellerie e ristorazione

hotel_ristoranti

Milano, 5 dic. (AdnKronos) - Congusto Gourmet Institute e Monster Italia hanno da poco inaugurato una collaborazione che guarda lontano.

Il colosso del lavoro mette a disposizione il suo know how in termini di ricezione delle richieste del settore hotellerie e ristorazione, per produrre dati utili a incrociare domanda e risposta; Congusto Gourmet Institute, dal 2015 centro di formazione accreditato da Regione Lombardia, vanta dal canto suo uno stabile 88,5% di allievi impiegati nel settore dell’hotellerie, della ristorazione e della pasticceria. Leggi tutto »

In libreria e in internet "Il fardello del coleottero" di Federico Bardanzellu

fardellodelcoleottero

Le generazioni che erano state protagoniste delle grandi tensioni sociali e intellettuali del decennio precedente hanno cominciato ad avvertire le prime profonde delusioni per il fallimento dei             loro ideali e, per reazione, rivolgono la loro attenzione alla gaudente ricerca dei piaceri materiali della vita, come i loro coetanei disimpegnati.

Dopo la vittoria elettorale del PCI, alle elezioni europee del 1984, anche gli ideali politici di sinistra sono messi in discussione come irrealizzabili e restano un difficile peso da trascinare, come il pesante fardello di sterco del coleottero della sabbia.

L’unico valore della contestazione che non viene travolto è l’emancipazione della donna. Sopravvive solo chi si adegua passivamente alle nuove regole del gioco dettate dal sesso femminile, dando così un senso al suo ripiegarsi nel privato.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:  www.progettocultura.it Leggi tutto »