Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

N E W S

Le aziende cercano 30.000 lavoratori, ma 8.500 posti rischiano di non essere coperti. Ecco quali

riformalavoro

9 set. (Quifinanza) -  Secondo i risultati emersi dall’elaborazione realizzata dall’Ufficio studi della CGIA, che ha analizzato i dati emersi dalla periodica indagine effettuata dall’Unioncamere-Ministero del Lavoro su un campione qualificato di imprenditori italiani, le previsioni di assunzione per l’anno in corso delle 10 figure professionali più difficili da reperire sul mercato del lavoro dagli imprenditori italiani daranno luogo a oltre 29.000 nuovi posti di lavoro. Di questi, stando alle risposte rilasciate dagli intervistati, quasi 8.500 rischiano di non essere coperti perché non reperibili sul mercato del lavoro. 

Dalla CGIA fanno sapere che in questa elaborazione sono state considerate le professioni per cui le aziende prevedono l’assunzione di almeno 1.000 figure (è stato esaminato l’83% di tutte le assunzioni previste nel 2014 e l’86% di quelle del 2009). Leggi tutto »

L'impegno dell'Eurogruppo: giù le tasse sul lavoro

tasselavoro

 Milano 12 set. (ADNKronos) - L'Eurogruppo riunitosi a Milano "riconferma il proprio impegno per ridurre in modo effettivo il carico fiscale sul lavoro". E' quanto si legge in una dichiarazione.

Nell'area euro, continua l'Eurogruppo, "il carico fiscale complessivo è sopra la media dei Paesi Ocse ed è concentrato sul lavoro. Alla luce del bisogno di un consolidamento fiscale, la tassazione sul lavoro è cresciuta nel corso degli ultimi anni. Questo è un chiaro impedimento a un funzionamento fluido ed efficiente dei mercati del lavoro dell'Eurozona e cozza con l'obiettivo di sostenere l'attività economica e di aumentare l'occupazione, in particolare alla luce degli alti livelli di disoccupazione in alcuni Paesi membri". Leggi tutto »

A Milano oltre 9mila imprese nel settore moda, 73mila gli addetti

moda_sartoria

Milano, 11 set. (AdnKronos) - Sono oltre 9mila le imprese che a Milano operano nei settori legati alla moda, tra abbigliamento, pelletteria, cosmesi e gioielleria, 5mila nel commercio e 4.300 nella fabbricazione.

Un settore con 73mila addetti, in crescita del 5% in un anno mentre a livello nazionale gli addetti (700mila) diminuiscono dell’1,4%. Il comparto milanese vale 13,4 miliardi di fatturato, quasi un quinto degli 80 nazionali.

E' quanto emerge da elaborazioni della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese - Infocamere e Istat. Leggi tutto »

Le ferie? Te le regala il collega, ma solo per genitori in difficoltà

scuola

Roma, 11 set. - (Affari Italiani) Ferie solidali a genitori in difficoltà nella stessa azienda. Un emendamento della Lega al Jobs act, votato all'unanimità nella Commissione Lavoro del Senato, introduce la possibilità di cedere parte delle proprie ferie a colleghi con figli minori malati.

Il testo dell'emendamento prevede il "riconoscimento, compatibilmente con il diritto ai riposi settimanali e alle ferie annuali retribuite, della possibilità di cessione fra lavoratori dipendenti dello stesso datore di lavoro di tutti o parte dei giorni di riposo aggiuntivi spettanti in base al contratto collettivo nazionale in favore del lavoratore genitore di figlio minore con necessità di presenza fisica e cure costanti per le particolari condizioni di salute". Leggi tutto »

I giovani del Sud possono farcela partendo dalla formazione

apprendistato

Roma, 12 set. (Labitalia) - "I giovani del Sud devono avere la consapevolezza che possono farcela, proprio a partire dal percorso formativo scelto". Questo, dice a Labitalia, l'appello del sottosegretario al ministero del Lavoro, Massimo Cassano, ai ragazzi in vista della ripresa scolastica di lunedì prossimo. "Nel Sud -fa notare- noi abbiano una forza e una professionalità dei giovani riconosciuta in tutto il mondo".

"Sono molti i ragazzi che -ricorda- hanno costruito il loro patrimonio professionale in Italia e che poi, purtroppo, sono stati obbligati a lasciare il nostro Paese per trovare il successo all'estero". Leggi tutto »

In libreria e in internet "Lettere dal dirigibile U5" di Federico Bardanzellu.

dirigibileu5

Roma, lug. - Il 2 maggio 1918, ultimo anno della Prima guerra mondiale, il dirigibile U5 (Usuelli 5) decollò per compiere la sua missione consistente nel servizio di osservazione dei sottomarini nemici nel Tirreno e di scorta ai piroscafi sulla linea Civitavecchia-La Spezia. Sulla via del ritorno, l'involucro del dirigibile si squarciò, senza alcun apparente motivo e l'aeronave precipitò nei pressi di Pontedera.

Era comandato dal tenente Federico Fenu, con quattro uomini di equipaggio. Nessuno sopravvisse. 

Prima della tragedia, il comandante Fenu scrisse 73 lettere ai propri familiari e altra corrispondenza fu intrattenuta principalmente dal padre con le autorità, i propri familiari e i parenti delle altre vittime.

Queste lettere di cento anni fa rappresentano uno squarcio di luce sui sentimenti, le sofferenze e i problemi di ogni tipo di un ufficiale della Grande Guerra, inconsapevolmente destinato a pilotare un’aeronave realizzata in via sperimentale e messa in servizio in tutta fretta; ci fanno inoltre partecipare al dolore dei congiunti di quegli sfortunati pionieri del volo.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:  www.caosfera.it Leggi tutto »

Pagine viste dal 17 luglio 2010