Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

N E W S

Il buco del Jobs Act: assunzioni fasulle per intascare soldi pubblici

truffasgrafifiscali

Roma 10 mag. (Qui Finanza) – La denuncia dell’ufficio Entrate dell’Inps, che stima un totale di 600 milioni di euro di sgravi contributivi indebitamente percepiti nel triennio 2015-2017, segna l’ennesima debolezza della riforma del lavoro detta Jobs Act, che proprio sugli sgravi contributivi basa gran parte della sua auspicata efficienza. O quanto meno sui numeri che periodicamente si rimpallano governo e opposizioni a proposito dei nuovi posti di lavoro.

Se al diminuire degli sgravi fiscali sono diminuite anche le assunzioni, ora si scopre che una sbandierata assunzione ogni quindici è addirittura falsa. Circa 100mila lavoratori su un milione e mezzo assunti nel 2015 con l’esonero totale di contributi previdenziali non avevano diritto allo sgravio: le aziende coinvolte sono circa 60mila. Leggi tutto »

Sud: 94mila posti di lavoro in più nel 2015

sud_occupazionePalermo, 12 mag.  (AdnKronos) - Cresce, nel 2015, di 94 mila unità l'occupazione nel Mezzogiorno. E' quanto emerge dall'edizione numero 30 del Report Sud 'Il Sud dopo la Terza guerra mondiale si lecca le ferite', rapporto semestrale previsionale sull'economia del Mezzogiorno realizzato da Diste Consulting per Fondazione Curella e presentato oggi a Palermo.

"La fine della recessione ha determinato un cambiamento di rotta anche sul mercato del lavoro - sottolinea Alessandro la Monica, presidente Diste consulting - Le stime Istat per il 2015 segnalano per il Sud/Isole circa 5 milioni 950 mila occupati, 94 mila in più dell’anno precedente: l’occupazione è aumentata dell’1,6%, grazie ad una dinamica positiva che si è prodotta nel primo semestre, arrestando una serie quasi ininterrotta di otto flessioni". Leggi tutto »

In Italia chiudono 390 imprese al giorno. 16 ogni ora

fallimento_imprese

Roma 12 mag. (Quifinanza) - In Italia nel 2015 hanno chiuso 390 imprese ogni giorno, 16 all’ora. Oltre 142.000 in tutto l’anno. Segno che la crisi non è finita, in particolare per le Pmi, schiacciate da fisco e burocrazia. È l’allarme di Rete Imprese Italia secondo cui, se la crisi economica non si fosse mai verificata, ad oggi il Pil italiano risulterebbe superiore del 15% – ovvero 230 miliardi di euro in più – rispetto ai livelli attuali.

“Una vera e propria strage – ha osservato il presidente di Rete Imprese- dovuta a una crisi che ha colpito con maggiore durezza la domanda interna, punto di riferimento per gran parte delle Pmi. Che si sono trovate schiacciate tra un mercato interno in stallo e l’aumento del prelievo fiscale, tra il crollo del credito e l’incremento del peso di adempimenti inutili e costosi”. Leggi tutto »

Energetico e manifatturiero settori a maggior tassi crescita lavoro nel mondo industrializzato

energetico_manufatturiero

12 mag.  (AdnKronos) - LinkedIn annuncia oggi i risultati della ricerca “Talent Buzz”, l’analisi annuale realizzata dal social network per professionisti più grande del mondo su un campione di 7,5 milioni di utenti presenti sulla piattaforma tra il marzo 2015 e il marzo 2016 per comprendere come si è sviluppato il mercato del lavoro nell’area Emea.

I dati dello studio, che riguardano in particolare Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Svezia, Spagna, Emirati Arabi Uniti e Regno Unito, rivelano che nel nostro paese il settore Oil & Energy sta imprimendo una spinta sempre maggiore all’economia italiana. In particolare l’Oil & Energy è il settore che in Italia ha riscontrato la maggiore crescita tra il marzo 2015 e il marzo 2016, arrivando negli ultimi 12 mesi a raggiungere un valore pari al +18.5% rispetto all’anno precedente. Leggi tutto »

Martina: "Contro il caporalato più controlli con task force in 15 territori"

caporalato

Polistena, 12 mag.  (AdnKronos) - "In vista della stagione di raccolta, con il ministro Giuliano Poletti stiamo lavorando al rafforzamento dei controlli a partire da 15 territori prioritari. Tra le azioni è prevista l'attivazione di task force composte dagli ispettori del Lavoro e supportate da Carabinieri e Corpo Forestale dello Stato, con un aumento significativo di uomini e mezzi impiegati nel controllo delle nostre campagne".

A dichiararlo è il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina spiegando il lavoro su un'operazione straordinaria contro il caporalato. ieri in occasione della sua visita alla Cooperativa di Libera 'Valle del Marro' a Polistena in Calabria. I soci ed i lavoratori della Cooperativa hanno presentato le iniziative svolte in questi anni, compreso il progetto di formazione e integrazione con i ragazzi della tendopoli di Rosarno. Leggi tutto »

"Magni bene e spenni poco" il nuovo ebook di Federico Bardanzellu è acquistabile in internet

magnibenespennipoco

Roma, gen. - Il luogo comune che nei ristoranti romani si mangi male, lascia il tempo che trova. Probabilmente ciò è dovuto al giudizio soggettivo che molta stampa ha della cucina tradizionale romana. Fortunatamente ai romani e ai ristoratori locali tale giudizio entra da un orecchio ed esce dall’altro.

E’ certo infatti che agli eredi di Romolo è sempre piaciuto mangiar bene e ciò è una garanzia. Nel XXI secolo, poi, la globalizzazione ha integrato la cucina locale con menu di scuole differenti, provenienti da tutte le regioni d’Italia e dal resto del Mondo. Quindi, ce n’è per tutti i gusti.

Nella presente guida, l’autore ha compilato, dopo una quarantennale esperienza diretta, 391 schede di altrettanti esercizi gastronomici della capitale, descrivendone i menu, le particolarità e attribuendo ad ognuno un voto prezzo e un voto qualità.

Lo scopo è stato quello di dimostrare che nella Capitale si può non solo mangiar bene ma anche a buon mercato. Se ci sia riuscito o meno, ai lettori – o meglio – ai commensali l’ardua sentenza.

In vendita a Euro 5,99 salvo sconti su AmazonUnilibro, La Feltrinelli, Rizzoli e su Omniabook.

  Leggi tutto »