Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

Dl Sostegni, doppia scadenza per il blocco dei licenziamenti

dl_sostegno

Roma, 29 mar. (Qui Finanza) – Nel decreto Sostegni il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha disegnato un doppio regime di tutela per i licenziamenti: fino al 30 giugno e fino al 31 ottobre, a secondo del settore di utilizzo della cassa Covid-19 in attesa del riordino della cig e di veri servizi per il lavoro.

In particolare, fino al prossimo 30 giugno il blocco resta generalizzato in quanto riguarda tutti i datori di lavoro. Dal 1° luglio e fino al 31 ottobre 2021, invece, il divieto rimarrà solo per i settori destinatari dell’assegno ordinario e della cassa in deroga.  Dal 1° luglio, invece, il “blocco” rimarrà per interi settori destinatari degli ammortizzatori sociali COVID-19 che si concretizzano nell’assegno ordinario e nella cassa in deroga. Leggi tutto »

Congedi Covid per figli in DAD fruibili sino al 30 giugno

congedi_smartworking

Roma, 29 mar. (Qui Finanza) – E’ possibile presentare domanda di congedo Covid per i figli fino a 14 anni a partire dal 13 marzo e sino al prossimo 30 giugno, senza alcun limite di durata e prolungando il precedente congedo richiesto.  Lo precisa una circolare dell’INPS in relazione ai congedi richiesti dai genitori di figli minorenni a causa della quarantena o anche a causa della Dad. Due le ipotesi previste.

Retribuzione al 50% per figli fino a 14 anni

Nel caso di genitori con figli fino a 14 anni, è possibile chiedere il congedo in caso di quarantena, perché il figlio è positivo al Covid o perché la scuola è in quarantena, ma anche nel caso in cui sia prevista la Dad. In questo caso si potrà chiedere all’INPS un congedo con causale Covid pagato al 50%. Leggi tutto »

Da 100 a 300mila badanti in lista vaccini prioritari

vaccini_badanti

Roma, 25 mar. (Mariangela Pani, Adnkronos) - "Ma non sarà facile identificare chi ha diritto secondo le disposizioni del piano", dice il presidente dell'associazione delle famiglie datrici di lavoro domestico che aggiunge: "Inviteremo tutte le famiglie a fare lettere di assunzioni di colf e badanti in cui sia previsto essere vaccinati"

"Non sarà facile identificare tra colf, badanti e baby sitter quelli che fanno parte delle liste vaccinali prioritarie. Secondo le nostre stime, la platea dei lavoratori domestici che rientrano come prioritari nel piano vaccinale presentato a marzo dal generale Figliuolo ammonta a un range tra 100.000 e 300.000 persone. Leggi tutto »

Di Maio (Assolavoro): "Occupazione tramite agenzia per il lavoro in recupero"

agenzialavoro

Roma, 23 mar. (Adnkronos) - "I dati disponibili su inizio 2021 segnalano uno scenario complessivo di recupero dell’occupazione tramite agenzia, dopo i mesi di calo verticale per l’occupazione in quasi tutti i settori". E' l'analisi, con Adnkronos/Labitalia, di Agostino Di Maio, direttore generale di Assolavoro, l'Associazione nazionale delle agenzie per il lavoro.

"Lavorando con le imprese di tutti i comparti -spiega ancora Di Mario- i nostri indicatori anticipano le tendenze nuove e sono in linea con gli andamenti di medio tempo. Leggi tutto »

Bonus lavoratori spettacolo 2021: requisiti, importi e domanda Inps

lavoratori_spettacolo

Roma, 25 mar. (Qui Finanza) – Non solo lavoratori stagionali e collaboratori sportivi. Come abbiamo approfondito a più riprese, il decreto Sostegni approvato dal governo Draghi contiene diversi interventi in materia di lavoro e contrasto alla povertà in questa emergenza Covid, e interviene con uno stanziamento di circa 32 miliardi di euro, pari all’entità massima dello scostamento di bilancio già autorizzato dal Parlamento.

Tra le indennità riconosciute ci sono anche quelle rivolte ai lavoratori dello spettacolo, tra le categorie più duramente colpite dalla pandemia a causa delle chiusure di teatri ed eventi. A questi soggetti spetta un nuovo bonus pari a 2.400 euro, che come nel caso degli altri aiuti Covid non concorre alla formazione del reddito. Leggi tutto »

In libreria e in internet "Lo statuto di Roma Capitale" di Federico Bardanzellu

Statuto_RomaCapitale

Il fondamentale principio posto alla base dello Statuto di Roma Capitale è quello secondo cui l’Ente rappresenta “la comunità di donne e di uomini che vivono nel suo territorio” e si impegna a tutelare i diritti delle persone così come sanciti dalla Costituzione Italiana.

Il riferimento a tali concetti prevale rispetto a quello di residenza o di cittadinanza italiana, in linea con i principi fondamentali della Costituzione della Repubblica e della Convenzione europea dei diritti dell’uomo (CEDU).

Altrettanto indicativa è la norma statutaria che definisce Roma “punto d’incontro tra culture, religioni ed etnie diverse”.

Tutto ciò dimostra la concezione avanzata e la democraticità dei principi posti alla base dello statuto di Roma Capitale e la condivisione degli stessi da parte della stragrande maggioranza dell’Assemblea Capitolina.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:  www.edizionidelfaro.it Leggi tutto »