Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

N E W S

Boeri: "In malattia tutti reperibili per almeno 7 ore"

reperibilita_malattia

Roma, 9 feb.  (AdnKronos) - Le fasce di reperibilità per malattia saranno "armonizzate ed estese: almeno 7 ore per tutti" i lavoratori, pubblici e privati. E' il presidente dell'Inps Tito Boeri nel corso di un convegno alla Camera a delineare l'ipotesi allo studio. "L'armonizzazione e l'estensione servono a svolgere i controlli in modo efficiente, a ridurre le spese e a gestire al meglio i nostri medici", spiega Boeri.

L'Inps è "pronta" ad assumere il nuovo ruolo delineato dal testo unico sul pubblico impiego che assegna all'istituto nuove responsabilità sui controlli per malattia. A patto però, evidenzia Boeri, che si assegnino all'Ente nuove risorse. Leggi tutto »

Assegno di ricollocazione: in arrivo le lettere per i disoccupati

assegno_ricollocazione

Roma, 9 feb. (Teleborsa) – Saranno circa 25mila i disoccupati che saranno coinvolti nella sperimentazione dell’assegno di ricollocazione, lo strumento che segna l’avvio concreto delle politiche attive per il lavoro. Lo comunica il ministero del Lavoro in una nota, precisando che questo è il risultato dell’accordo raggiunto nell’incontro tra ministero, Anpal (Agenzia nazionale politiche attive lavoro) e assessori regionali.

Nel corso della riunione è stata anche ribadita la volontà di proseguire l’impegno comune per lo sviluppo delle politiche attive per il lavoro e il rafforzamento dei Centri per l’impiego, attraverso la stipula di convenzioni che consentano di utilizzare le risorse destinate a questo scopo. Leggi tutto »

Scuola: senza vincitori oltre la metà dei posti messi a concorso in Lombardia

concorso_scuola

Milano, 10 feb. -  (Teleborsa) – Il Concorso a cattedra certifica un altro flop della riforma La Buona Scuola: meno della metà dei posti banditi a concorso sarà assegnato e moltissimi docenti resteranno precari a vita.

La denuncia arriva dal sindacato della scuola Anief, il quale segnala che in Lombardia, ad esempio, oltre la metà dei posti andrà persa (su 4.963 cattedre 2.505 risultano senza vincitori) e che per Matematica e Scienze la situazione è da allarme rosso (il 60% dei posti messi a bando non possono essere assegnati perché mancano candidati reputati idonei).  Leggi tutto »

Regioni: rafforzare il coordinamento tra istruzione e formazione professionale

coordinamento_formazione

Roma, 7 feb.  (AdnKronos) - "Garantire il corretto coordinamento fra il sistema dell’istruzione professionale e quello dell’istruzione e formazione professionale. Integrazione che va quindi rafforzata per avere sempre più efficaci possibilità di scambio e connessione".

E' quanto ha chiesto una delegazione della Conferenza delle Regioni in audizione sulla riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione in commissione Cultura, scienze e istruzione della Camera.

La delegazione era composta dagli assessori all’istruzione Cristina Grieco (Toscana), Flavia Franconi, vice presidente della regione Basilicata, Valentina Aprea (ombardia), Giovanna Pentenero (Piemonte), Bruno Marziano (Sicilia), Elena Donazzan (Veneto). Leggi tutto »

La metà dei ristoranti e 4 strutture ricettive su 5 usano i social network

ristorazione_social

Milano, 10 feb. (Labitalia) - Nel turismo il business vola anche grazie ai social media. Se si considerano, infatti, le tecnologie dell’informazione e della comunicazione applicate e impiegate nelle imprese italiane con almeno 10 addetti, nel 2016 oltre 4 attività su 5 attive nel comparto dell’alloggio dichiarano di utilizzare almeno un social media nella propria azienda e il 44,5% ne utilizza persino due o più di due.

Anche nella ristorazione 1 impresa su 2 è social friendly e il 15% dei ristoranti è online con più piattaforme.È quanto emerge da un'elaborazione dell’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Istat. Leggi tutto »

"Magni bene e spenni poco" il nuovo ebook di Federico Bardanzellu è acquistabile in internet

magnibenespennipoco

Roma, gen. - Il luogo comune che nei ristoranti romani si mangi male, lascia il tempo che trova. Probabilmente ciò è dovuto al giudizio soggettivo che molta stampa ha della cucina tradizionale romana. Fortunatamente ai romani e ai ristoratori locali tale giudizio entra da un orecchio ed esce dall’altro.

E’ certo infatti che agli eredi di Romolo è sempre piaciuto mangiar bene e ciò è una garanzia. Nel XXI secolo, poi, la globalizzazione ha integrato la cucina locale con menu di scuole differenti, provenienti da tutte le regioni d’Italia e dal resto del Mondo. Quindi, ce n’è per tutti i gusti.

Nella presente guida, l’autore ha compilato, dopo una quarantennale esperienza diretta, 391 schede di altrettanti esercizi gastronomici della capitale, descrivendone i menu, le particolarità e attribuendo ad ognuno un voto prezzo e un voto qualità.

Lo scopo è stato quello di dimostrare che nella Capitale si può non solo mangiar bene ma anche a buon mercato. Se ci sia riuscito o meno, ai lettori – o meglio – ai commensali l’ardua sentenza.

In vendita a Euro 5,99 salvo sconti su AmazonUnilibro, La Feltrinelli, Rizzoli e su Omniabook.

  Leggi tutto »