Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

N E W S

Riforma pensioni: le nuove ipotesi per il pensionamento anticipato

pensionianticipate2

Roma 27 ago. (QuiFinanza) - I lavori sull'attesa riforma delle pensioni riprendono a settembre, quando finalmente saranno definite le ipotesi sul tema del pensionamento anticipato.

L'attuazione delle nuove misure previdenziali sarà con tutta probabilità inserita nella Legge di Stabilità 2016.

Le diverse proposte formulate per consentire il collocamento a riposo in anticipo rispetto ai requisiti previsti dal Salva Italia si condensano in due opzioni: uscita con penalità o prestito pensionistico?  Vediamole nel dettaglio. Leggi tutto »

Squinzi, il sindacato in Italia è "mediamente un fattore di ritardo"

squinzi

Roma 28 ago. (Affari Italiani) - L’affondo arriva dal presidente di Confindustria: "Un sindacato moderno deve avere la capacità di rispondere in maniera corretta per non perdere opportunità di lavoro"

Il sindacato in Italia mediamente è un fattore di ritardo, ha fatto tardare tanto l'ammodernamento e l'efficienza complessiva del Paese". È il giudizio che il presidente di Confindustria formula dal palco della festa nazionale del Pd a Milano.

L'affondo di Giorgio Squinzi arriva nel corso di un colloquio col ministro delle infrastrutture, Graziano Delrio. Leggi tutto »

Il 90% degli alunni della scuola di mosaico di Spilimbergo trova lavoro

mosaicisti

Spilimbergo 26 ago. (Labitalia) - E' una tecnica antichissima, perché già nel 3000 a.C. i Sumeri usavano piccoli coni di argilla dalla base smaltata di diversi colori, per proteggere e decorare la muratura in mattoni crudi.

E' il mosaico, mestiere ancora attuale, che in Italia ha un suo centro di formazione e produzione d'eccellenza: la Scuola Mosaicisti del Friuli, che dal 1922 opera a Spilimbergo (Pordenone) e ha formato generazioni di mosaicisti, tra i più richiesti al mondo. È una scuola sui generis perché importa in regione studenti di tutto il mondo ed esporta opere d’arte nei luoghi più significativi. E assicura a chi la frequenta un'attività lavorativa. Infatti, grazie al corso professionale triennale, da 38 ore a settimana, 1.200 all'anno per 80-100 allievi, il lavoro è assicurato al 90% dei suoi iscritti: tanti lavorano in proprio, altri sono impiegati nei 90 laboratori della regione. Leggi tutto »

Tra vigneti e serre, il dramma dei braccianti 'invisibili' in Piemonte

bracciantipiemonte

Roma 25 ago. (Labitalia) - Arrivano dall'Est Europa. Sono perlopiù macedoni e rumeni. Lavorano anche 12 ore al giorno e se va bene con una paga che va dai 2 ai 5 euro all'ora. E dormono accampati in tende o in 20 in una stanza. In condizioni disumane, 'invisibili' allo Stato, sfruttati dai caporali. Ma tutto ciò non accade negli agrumeti di Rosarno o nei campi di pomodori pugliesi, ma nei vigneti e nelle serre, tra uva e peperoni del Piemonte, in cui si producono le eccellenze del nostro Paese. E a volte ci scappa anche il morto, come è accaduto nelle scorse settimane a Carmagnola, vicino Asti, conosciuta per il peperone.

Lo denuncia a Labitalia la Flai Cgil Piemonte. "Un lavoratore rumeno di 45 anni, in Italia dal 2003, è morto -racconta Denis Vayr, segretario generale della Flai Cgil Piemonte- mentre lavorava, in nero, in una serra a Carmagnola, con una temperatura che raggiungeva i 50 gradi. Il fatto è accaduto il 17 luglio e si è saputo il 13 agosto, nell'indifferenza più totale di tutti". Leggi tutto »

Regione Lazio: sono 993 i vincitori del bando formativo 'Torno subito'

bando_formazione

Roma 25 ago.  (Labitalia) - Sono 993 i vincitori del 2° bando 'Torno subito' promosso dalla Regione Lazio, che finanzia percorsi di formazione o work experience in Italia e all'estero per studenti o laureati tra i 18 e i 35 anni. La graduatoria è stata ufficializzata oggi con la pubblicazione sul Burl, e gli elenchi sono già disponibili sul sito www.regione.lazio.it/tornosubito.

"Rispetto allo scorso anno -dichiara il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio- il numero dei progetti presentati è quasi raddoppiato, un risultato straordinario che conferma la validità di un progetto su cui la Regione Lazio ha puntato come una delle azioni cardine della nuova programmazione del Fondo sociale europeo 2014-2020". Leggi tutto »

In libreria e in internet "Lettere dal dirigibile U5" di Federico Bardanzellu.

dirigibileu5

Roma, lug. - Il 2 maggio 1918, ultimo anno della Prima guerra mondiale, il dirigibile U5 (Usuelli 5) decollò per compiere la sua missione consistente nel servizio di osservazione dei sottomarini nemici nel Tirreno e di scorta ai piroscafi sulla linea Civitavecchia-La Spezia. Sulla via del ritorno, l'involucro del dirigibile si squarciò, senza alcun apparente motivo e l'aeronave precipitò nei pressi di Pontedera.

Era comandato dal tenente Federico Fenu, con quattro uomini di equipaggio. Nessuno sopravvisse. 

Prima della tragedia, il comandante Fenu scrisse 73 lettere ai propri familiari e altra corrispondenza fu intrattenuta principalmente dal padre con le autorità, i propri familiari e i parenti delle altre vittime.

Queste lettere di cento anni fa rappresentano uno squarcio di luce sui sentimenti, le sofferenze e i problemi di ogni tipo di un ufficiale della Grande Guerra, inconsapevolmente destinato a pilotare un’aeronave realizzata in via sperimentale e messa in servizio in tutta fretta; ci fanno inoltre partecipare al dolore dei congiunti di quegli sfortunati pionieri del volo.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:  www.caosfera.it Leggi tutto »

Pagine viste dal 17 luglio 2010