Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

N E W S

Dal consulente fiscale all'online store manager, i profili più richiesti nel 2017

profili_richiesti

4 gen.  (AdnKronos) - Online store manager, data scientist, consulente fiscale, addetto gare della Pubblica Amministrazione e procurement manager. Saranno queste - secondo EasyHunters - le figure più richieste nei primi mesi del 2017.

"Il mondo legato al digital - dichiara Francesca Contardi, managing director di EasyHunters - è certamente uno dei più interessanti dal punto di vista occupazionale. Ma le occasioni non mancano anche per profili più tradizionali. Ci sono, infatti, ottime opportunità per i consulenti fiscali, gli specialisti delle gare pubbliche o per i procurement manger che si occupano dell’ottimizzazione degli acquisti in azienda". Leggi tutto »

Aldai-Federmanager: ancora troppo pochi i manager 4.0

pochi_manager

Milano, 10 gen. (Labitalia) - Mentre l’Industria 5.0 è già oggetto di discussione, l’Industria 4.0 - fondata su un’evoluzione tecnologica caratterizzata dalla progressiva integrazione tra manifattura tradizionale prodotta dagli impianti industriali e processi di automazione digitale e on-line - deve fare i conti con una carenza ad oggi di 'manager 4.0' in grado di rispondere appieno alle specifiche esigenze imposte dal processo di trasformazione in atto.

Sul fronte del digitale e imprenditorialità, l’Italia rischia di trovarsi nell’arco di pochi anni in una sostanziale fase di stallo: per evitare questo pericolo è necessario attivarsi in maniera sistematica per garantire formazione di professionalità che abbina le cosiddette ‘digital skills’, senza dimenticare la nostra realtà economica produttiva caratterizzata in particolare da piccole e medie imprese. Leggi tutto »

Voucher lavoro: le tre ipotesi di riforma

voucher

Roma, 12 gen. -  (Qui Finanza) – Il Governo studia la riforma dei voucher lavoro, strumento fortemente criticato che finora non ha prodotto i risultati sperati, anzi sono diventati la nuova frontiera del lavoro sottopagato che la Riforma Renzi-Poletti aveva tentato di arginare con il decreto correttivo al Jobs Act, in cui era stata stabilita la piena tracciabilità e multe da 400 a 2.400 euro.

Dopo l’apertura, nei giorni scorsi, del ministro Giuliano Poletti a possibili correttivi al lavoro accessorio, i tecnici di governo e ministero del Lavoro hanno iniziato a studiare le prime ipotesi d’intervento normativo. Eccole in sintesi. Leggi tutto »

La Consulta boccia il referendum sull’articolo 18 e accoglie quello sui voucher

consulta_referendum

Roma 11 gen. (Teleborsa) – La Consulta ha bocciato il referendum sull’articolo 18 proposto dalla Cgil. Lo hanno annunciato i giudici della Corte Costituzionale dopo una camera di Consiglio di circa due ore.

Il quesito presentato dalla Cgil chiedeva l’istituto del “reintegro” sul posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende con più di cinque dipendenti.

In pratica, la richiesta ampliava il raggio d’azione dell’articolo 18 che prevedeva originariamente questa tutela solo per le aziende con più di 15 dipendenti. Leggi tutto »

Ordini professionali: proposta per equo compenso professionisti italiani

professionisti

Roma, 12 gen.  (AdnKronos) - "Bisognerebbe inserire nel disegno di legge sul lavoro autonomo il concetto di equo compenso del professionista che sia correlato alla qualità e quantità del lavoro svolto. Pertanto, abbiamo ritenuto necessario proporlo nel testo stabilendo la nullità delle clausole contrattuali difformi".

Lo ha detto la presidente del Comitato unitario degli ordini e collegi professionali (Cup), Marina Calderone, proprio ieri confermata nel suo ruolo, in audizione presso la commissione Lavoro della Camera. Leggi tutto »

"Magni bene e spenni poco" il nuovo ebook di Federico Bardanzellu è acquistabile in internet

magnibenespennipoco

Roma, gen. - Il luogo comune che nei ristoranti romani si mangi male, lascia il tempo che trova. Probabilmente ciò è dovuto al giudizio soggettivo che molta stampa ha della cucina tradizionale romana. Fortunatamente ai romani e ai ristoratori locali tale giudizio entra da un orecchio ed esce dall’altro.

E’ certo infatti che agli eredi di Romolo è sempre piaciuto mangiar bene e ciò è una garanzia. Nel XXI secolo, poi, la globalizzazione ha integrato la cucina locale con menu di scuole differenti, provenienti da tutte le regioni d’Italia e dal resto del Mondo. Quindi, ce n’è per tutti i gusti.

Nella presente guida, l’autore ha compilato, dopo una quarantennale esperienza diretta, 391 schede di altrettanti esercizi gastronomici della capitale, descrivendone i menu, le particolarità e attribuendo ad ognuno un voto prezzo e un voto qualità.

Lo scopo è stato quello di dimostrare che nella Capitale si può non solo mangiar bene ma anche a buon mercato. Se ci sia riuscito o meno, ai lettori – o meglio – ai commensali l’ardua sentenza.

In vendita a Euro 5,99 salvo sconti su AmazonUnilibro, La Feltrinelli, Rizzoli e su Omniabook.

  Leggi tutto »