Notizie e opportunità dal mondo del lavoro

slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4

N E W S

Il Pil verso più 0,1% nel primo trimestre. Ma l'economista: "Nulla da festeggiare"

pil+0,1

Roma, 27 feb. (Affari italiani) - Dopo ben 14 trimestri consecutivi di assenza di crescita, sta per tornare il segno più davanti alla variazione congiunturale del Pil (l'ultimo era nel 2011). Lo dice l'Istat nella nota mensile sull’andamento dell’economia italiana, secondo cui "la variazione del Pil prevista è pari a +0,1%, con un intervallo di confidenza compreso tra - 0,1% e +0,3%".

Secondo l'economista Mario Seminerio, contattato da Affaritaliani.it, però, "c'è poco da gioire. L'incertezza è ancora massima, la domanda interna è morta e manca un mese alla fine del trimestre. Solo se la crescita sarà uguale o sopra lo 0,3% potremo dire di essere risucchiati in una congiuntura positiva". Leggi tutto »

Fillea: da Nord a Sud continua 'ecatombe' aziende e addetti nelle costruzioni

ecatombecantieri

Roma, 25 feb. (Labitalia) - Da Castrovillari a Caserta, da Mantova alla Puglia. Da Nord a Sud, continua la 'conta' dei posti di lavoro persi e delle aziende chiuse nel settore delle costruzioni, come raccontano i dati dello 'Stato di crisi', elaborati dalla Fillea, il sindacato degli edili della Cgil, sulle crisi nel comparto.

Si parte da Mantova, dove nei giorni scorsi a protestare con lo sciopero sono stati i lavoratori delle aziende del Gruppo Saviola. Lo hanno indetto sindacati e rsu per protestare contro l'introduzione di un nuovo sistema retributivo e per chiedere chiarezza sul futuro del sito produttivo di Sustinente. Una simile manifestazione di protesta non si era mai verificata prima, nella cinquantennale storia del gruppo. Leggi tutto »

Madia: "La cancellazione dell'articolo 18 non vale per i dipendenti pubblici"

dipendentipubblici

Roma, 25 feb.  (Quifinanza) - La cancellazione dell'articolo 18, previsto nel Jobs act per i neo assunti, non si applica ai dipendenti della pubblica amministrazione. Lo ha ribadito Marianna Madia, ministro per la Semplificazione e la pubblica amministrazione.

"Per quanto riguarda l'articolo 18, sulla Pa ci siamo già espressi, così come autorevoli giuslavoristi, e non si applica ai dipendenti pubblici. Questo non significa comunque che ci siano favoritismi", ha detto il ministro a margine di un convegno in Bocconi. Leggi tutto »

Emilia Romagna: da Fse 40 mln di euro per disoccupati

fse

Bologna, 26 feb.  (Labitalia) - Ammontano a 40 milioni di euro le risorse del Fondo sociale europeo (Fse) destinate dalla giunta regionale dell'Emilia Romagna a due avvisi pubblici di finanziamento per interventi di politica attiva del lavoro rivolti a inoccupati, disoccupati e persone svantaggiate.

"Entrambe le azioni approvate dalla giunta sono previste dal programma dei primi 100 giorni di mandato", spiega l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro, Patrizio Bianchi, rimarcando che "è stato rispettato l'impegno preso, anche nella consapevolezza che fosse importante avviare la nuova programmazione del Fondo sociale europeo 2014-2020 partendo dalle necessità delle persone in cerca di lavoro e delle persone a maggiore rischio di esclusione sociale". Leggi tutto »

Milano: Confapi industria-Inps, sottoscritto protocollo taglia-burocrazia

tagliaburocrazia

Milano, 26 feb. (Labitalia) - Modalità più semplici per l’invio delle comunicazioni e celerità dei tempi di risposta grazie alla sottoscrizione del protocollo di intesa tra Confapi Industria e Inps area metropolitana di Milano.

L’intesa, che consolida la stretta collaborazione tra le due realtà nell’ottica di agevolare il lavoro delle piccole e medie imprese manifatturiere e di servizio alla produzione, definisce le tipologie di canali di comunicazione dedicati alle associate, privilegiando l’utilizzo esclusivo della via telematica per l’inoltro delle domande di servizio e il confronto diretto con i funzionari Inps per determinate specificità. Leggi tutto »

In libreria e in internet "Lettere dal dirigibile U5" di Federico Bardanzellu.

dirigibileu5

Roma, lug. - Il 2 maggio 1918, ultimo anno della Prima guerra mondiale, il dirigibile U5 (Usuelli 5) decollò per compiere la sua missione consistente nel servizio di osservazione dei sottomarini nemici nel Tirreno e di scorta ai piroscafi sulla linea Civitavecchia-La Spezia. Sulla via del ritorno, l'involucro del dirigibile si squarciò, senza alcun apparente motivo e l'aeronave precipitò nei pressi di Pontedera.

Era comandato dal tenente Federico Fenu, con quattro uomini di equipaggio. Nessuno sopravvisse. 

Prima della tragedia, il comandante Fenu scrisse 73 lettere ai propri familiari e altra corrispondenza fu intrattenuta principalmente dal padre con le autorità, i propri familiari e i parenti delle altre vittime.

Queste lettere di cento anni fa rappresentano uno squarcio di luce sui sentimenti, le sofferenze e i problemi di ogni tipo di un ufficiale della Grande Guerra, inconsapevolmente destinato a pilotare un’aeronave realizzata in via sperimentale e messa in servizio in tutta fretta; ci fanno inoltre partecipare al dolore dei congiunti di quegli sfortunati pionieri del volo.

In vendita nelle librerie convenzionate con la casa editrice, su Amazon, IBS, Unilibro e sul sito:  www.caosfera.it Leggi tutto »

Pagine viste dal 17 luglio 2010